Warning: Undefined array key "status" in /data/web/virtuals/45433/virtual/www/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 293

Warning: Undefined array key "subscription" in /data/web/virtuals/45433/virtual/www/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 296
News dai giornali di Praga
Seleziona una pagina
News dai giornali di Praga:

 

I migliori edifici green d’Europa certificati Leed /Main Point Karlin di Praga

Alla Main Point Karlin di Praga, la zona più frequentata della capitale ceca, l’Usgbc (United States Green Building Counsil) ha ottenuto in aprile 2012 una certificazione Leed “platinum” con un punteggio pari a 87 su 110. Il concetto green che si sviluppa a Praga attraverso la costruzione di questo edificio è volto al benessere e alla funzionalità di alberghi e uffici “business” caratterizzati dal giardino sul tetto per il relax, un atrio centrale per una maggiore fruizione della luce naturale e un sistema di riscaldamento e raffreddamento che uniscono il confort alla stravaganza estetica del luogo.

 

 

Università, Milano tra le migliori città al mondo per gli studenti

 

Milano é tra le migliori città al mondo per gli studenti, la prima in Italia. Emerge dalla classifica annuale QS Best Student Cities, che identifica appunto le migliori città al mondo per gli studenti. Parigi si piazza al primo posto seguita, con due punti di scarto, da Londra. Milano è la 24esima al mondo.

La classifica, redatta dallo stesso team che si occupa del QS World University Rankings, si basa su cinque pilastri fondamentali: ranking universitari, student mix, qualità della vita, opportunità lavorative e convenienza economica. Due i prerequisiti scelti per analizzare le città. Il primo è che ogni città debba avere una popolazione superiore a 250.000 abitanti, il secondo è che le città in questione rappresentino le sedi di almeno due Università presenti nel QS World University Rankings. 98 città in tutto il mondo soddisfano tali requisiti, ne sono state pubblicate 50.

Roma non entra per pochi punti nella classifica, posizionandosi poco dopo la soglia di pubblicazione (55esima). Trenta paesi sono rappresentati nella classifica. Al primo posto gli Stati Uniti con sette città, seguiti dall’Australia (6), Canada (3) e UK (3). Le new entry in classifica sono la Norvegia con Oslo al 45 posto, la Nuova Zelanda con Auckland (18) e la Repubblica Ceca con Praga (45). «La performance di Milano in questa classifica è positiva. In particolare – commenta Ben Sowter, direttore della ricerca presso QS – la reputazione delle più prestigiose università locali presso i recruiters italiani e internazionali è molto alta. In un Paese dove la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli preoccupanti, questo è un dato incoraggiante. Ci auguriamo che alla solida reputazione corrispondano e seguano più opportunità per i molti laureati italiani brillanti e preparati e anche per quelli internazionali che hanno scelto Milano per la propria formazione universitaria».

 

 

Il cardinale Scola a Praga: “Le nostre cattedrali sono continuità di vita religiosa”

L’arcivescovo di Milano ha incontrato l’arcivescovo metropolita della capitale boema, il cardinale Dominik Duka. Dopo aver partecipato ad un convegno, ha presieduto la messa nella cattedrale della città e ha incontrato i componenti del Collegio dell’Arcidiocesi di Praga

 

Il cardinale Scola, invitato dal cardinale Duka, è intervenuto ad un convegno scientifico sui rapporti storici e culturali tra Milano e Praga. Durante l’incontro ha affermato che “il vero tempio, la vera cattedrale, è la Chiesa costituita dalle pietre vive ed elette che sono i cristiani”, e a margine del convegno ha spiegato la vitalità del Duomo: “La cattedrale di Milano è un luogo vivo. Nel Duomo di Milano, dove è possibile confessarsi in tante lingue, dalle 7 del mattino alle 7 di sera, i miei preti che li sono presenti mi raccontano che la gente che quotidianamente si confessa è più che raddoppiata da quando c’è papa Francesco. C’è un grande movimento di popolo, molti sono coloro che tornano ai Sacramenti dopo molto tempo. Il pontificato di papa Francesco è un grande dono della provvidenza.

C’è una grandissima simpatia e interesse del popolo verso di lui”.
Scola, in un passaggio dell’intervento, ha anche detto che: “Quando si pensa a Praga, subito agli occhi e alla mente affiorano le immagini di splendidi monumenti; ma su tutti si impone la mole della cattedrale di San Vito, che con le sue guglie svetta dal castello; e quando si pensa a Milano, inevitabilmente si impone l’immagine del Duomo che con la selva delle sue guglie di marmo e la Madonnina dorata domina l’intera città. Entrambe le cattedrali dunque acquistano un valore simbolico che segna l’identità stessa di Praga e di Milano; ed entrambe le cattedrali condividono una storia per certi aspetti simile”.
In particolare, si è concentrato sui simboli delle comuni radici cristiane che caratterizzano le due città: la cattedrale di Praga dedicata ai Santi Vito, Venceslao e Adalberto e il Duomo di Milano: “in entrambi i casi le attuali cattedrali di Praga e di Milano testimoniano la continuità di una tradizione di vita religiosa; idealmente rappresentano un filo ininterrotto che collega i rispettivi popoli con le proprie radici storiche; in un certo senso dei rispettivi popoli portano incisa nella pietra l’identità religiosa, civile e culturale.
Nel tardo pomeriggio il cardinale Scola ha presieduto la Messa nella cattedrale e ha incontrato i componenti del Collegio dell’Arcidiocesi di Praga. La visita nella repubblica Ceca del cardinale Scola aggiunge un’altra tappa al cammino di conoscenza e dialogo della Chiesa di Milano con le Chiese sorelle di antica storia e tradizione, che vivono in contesti sociali ed economici differenti, segnati da vicende storiche molto dolorose.
Praga lancia un programma di incentivi per eventi internazionali e si prepara a investire 45 milioni di euro nel centro congressi

 

L’ambizione è quella di scalare la classifica ICCA delle destinazioni che ospitano in maggior numero di congressi internazionali: attualmente Praga è all’11° posto, ma conta di entrare nella top ten entro il 2015 e di conquistare le prime 5 posizioni entro il 2020. E la strada, grazie allo stanziamento di fondi per incentivare gli organizzatori di eventi, sembra ora essere spianata.

Già da due anni la città offre il trasporto pubblico gratuito a tutti i delegati di congressi con più di 500 partecipanti: ora, su iniziativa del Prague Convention Bureau, che lavora da anni a questo obiettivo, il Comune di Praga ha finalmente approvato un programma di finanziamenti che offre ai promotori del congresso fino a 10 euro a partecipante per un massimo di 40mila euro per evento.

L’incentivo è erogabile a organizzazioni non profit per congressi con almeno 1.500 partecipanti che trascorrano almeno 2 notti a Praga e che provengano, almeno per il 50% dall’estero. Il finanziamento può essere erogato direttamente all’organizzazione promotrice del congresso, ma deve essere utilizzato (in maniera vincolante) per l’affitto della sede congressuale o per l’organizzazione della cerimonia/cena di benvenuto.

E a supporto del programma sta per essere avviato un imponente progetto di ristrutturazione e riqualificazione del Centro Congressi di Praga, che ha 9.300 posti in 70 sale e13mila metri quadrati di spazi espositivi: lo Stato ne ha rilevato dall’amministrazione cittadina il 70% delle quote, rendendo possibile un intervento di 30-45 milioni di euro che partirà nella primavera 2014.

Nel 2012, gli eventi hanno portato alla città un fatturato diretto di 720 euro e supportano 4.500 posti di lavoro a tempo pieno.

 

 

Sei compagnie aeree si contendono rotta Roma-Praga
Grande concorrenza e prezzi in picchiata
Senza precedenti il numero di compagnie aeree che si contendono i passeggeri in viaggio fra Praga e Roma. A partire dalla prossima primavera saranno infatti ben sei i vettori che opereranno questa linea fra la capitale della Repubblica ceca e quella italiana. Oltre ad Alitalia, Czech Airlines, WizzAir, Smartwings e easyJet, l’ultima che ha annunciato l’attivazione del volo è la spagnola Vueling.

Una corsa sfrenata al Praga-Roma che appare in primo luogo l’effetto dei problemi che sta attraversando l’Alitalia e del conseguente tentativo delle compagnie low cost di farsi largo in un collegamento così apprezzato dai due paesi, in modo particolare da coloro che viaggiano per motivi turistici.  A320-4

Il risultato più evidente è che nei prossimi mesi i prezzi dei biglietti saranno in picchiata. L’ultimo arrivato, il low cost Vueling, ha già annunciato per il mese di maggio tariffe di andata e ritorno sul Praga-Roma al di sotto di 1200 corone ceche, quindi meno di 50 euro. Inferiori persino di quelle della easyJet, che attualmente pratica i prezzi più bassi.

Un tale affollamento di compagnie non si registra per nessun’altra destinazione, neanche per Londra, città per la quale vola dall’aeroporto Vaclav Havel di Praga il maggior numero di passeggeri.