Parchi e giardini di Praga

Parchi e giardini di Praga; A Praga si trovano numerosi parchi e giardini, sia nel centro sia in periferia, ed è quindi sempre possibile trovare un posto tranquillo dove sfuggire alla ressa ed al rumore cittadino. Di seguito vi proponiamo una nostra selezione. Secondo la leggenda Praga fu creata nel bel mezzo di una foresta dove image4 (1) la natura cresceva rigogliosa grazie alla vicinanza della Moldava e dei suoi affluenti. Con la sua estensione di 550 chilometri quadrati Praga abbraccia un territorio naturale formato da valli e colline che ancora oggi danno vita ad un paesaggio naturale variegato. La popolazione locale ha da sempre rispettato ed amato la natura circostante e ancora oggi passa il suo tempo libero a contatto con essa. Nel centro di Praga esistono molti parchi e giardini, meta dei praghesi in ogni momento di libertà.

Petřín
Malá Strana, Praga 1

La collina di Petřín (in passato uno dei vitigni di Re Carlo) offre una meravigliosa vista di Praga e numerose attrazioni per adulti e bambini. La collina è ben riconoscibile per via della torre della televisione che vi si trova in cima, che è una miniatura della torre Eiffel. È possibile salire in cima alla torre per godersi il panorama, con la possibilità di svolgere anche altre attività sulla collina.

Come arrivarci a piedi
È possibile raggiungere la cima della collina a piedi, facendo così anche un pò d’esercizio (si tratta di una leggera arrampicata lungo un sentiero boschivo) o prendere la funicolare. Se salite a piede potrete fermarvi alla statua di Karel Hynek Mácha, il grande poeta romantico ceco, autore del poema amoroso Máj (Maggio). La statua è ora punto di ritrovo per gli innamorati che qui si danno appuntamento il 1 maggio, l’ufficioso “giorno dell’amore” in Repubblica Ceca.

Come arrivarci con la funicolare
La funicolare che raggiunge la cima di Petřín parte dalla via Újezd (ci si arriva con i tram 6, 9, 12, 20, 22 o 23 scendendo alla fermata Újezd). La funicolare è in funzione image4 tutti i giorni dalle ore 9 alle ore 23.30 (Aprile – Ottobre) o dalle ore 9 alle ore 22.20 (Novembre – Marzo) e ci sono corse ogni 10-15 minuti. Avrete bisogno di un biglietto del trasporto pubblico urbano che potrete acquistare alla stazione della funicolare, se necessario. Scendete al capolinea (la seconda fermata mentre la prima è collocata a metà della collina).

Cosa fare a Petřín
– Potete salire in cima alla torre per godervi l’ottima vista di Praga. Non fatevi ingannare dall’altezza della torre. Ci si impiega solo quattro minuti per salire le scale fino al punto d’osservazione.
– Il labirinto degli specchi (bludiště) può essere un divertente diversivo per i più piccoli mentre l’osservatorio può essere interessante per i bambini più grandi e, ovviamente, per gli adulti.
– Non scordatevi di passeggiare nel bellissimo e profumato giardino di rose – un vero piacere!

Ritorno da Petřín
Quando avrete terminato la vostra visita a Petřín, potrete riprendere la funicolare per tornare indietro, ma è più piacevole ed interessante seguire uno dei sentieri che portano al castello di Praga o al monastero di Strahov (percorso pianeggiante o in discesa).
Riegrovy sady
Vinohrady, Praga 2

Riegrovy sady è un piacevole parco compreso tra le vie Italská, Chopinova, Polská e Vozová nel nord-est di Vinohrady al confine con il quartiere di Žižkov. É facilmente raggiungibile a piedi da Vinohradská e Slavíkova dalla piazza di Jiřího z Poděbrad. Il parco prende il suo nome dal politico ceco del XIX secolo František Ladislav Rieger. Adagiato su di una collina, il parco offre una splendida vista verso il Castello di Praga. Il parco é stato realizzato tra il 1904 ed il 1908 come giardino pubblico in stile inglese e comprende una terrazza d’osservazione ora purtroppo deterioratasi e caduta in disuso. La statua di František Ladislav Rieger é un’opera del 1913 di Josef Václav Myslbek.

Come arrivarci
Il parco ha diversi ingressi. Se arrivate da Jiřího z Poděbrad, proseguite lungo Mánesova e voltate a destra in Třebízského. Se viaggiate in tram, prendete il numero 11 e scendete a Vinohradská tržnice e svoltate in Třebízského da Vinohradská.
Havlíčkovy sady
Vinohrady, Praga 2

Havlíčkovy sady é il secondo parco per grandezza a Praga e si trova sull’altro lato di Vinohrady al confine con il quartiere di Vršovice. Il punto di riferimento piú noto é la Villa Gröbe (Grébovka). Questo magnifico esempio di villa neorinascimentale é stata edificata come lussuosa residenza estiva per l’industriale Moritz Gröbe tra il 1871 ed il 1888 ed é collocata in un giardino a terrazze modellato con gusto con un piccolo vigneto.

Come arrivarci
Il parco é a circa sette isolati a sud di Náměstí Míru ed é un pò più complesso da raggiungere rispetto a Riegrovy sady (o il più piccolo Sady Sv. Čecha vicino a Jiřího z Poděbrad). Potete prendere i tram 4, 22 o 34 da Náměstí Míru, scendere a Ruská e proseguire a piedi per circa tre isolati ad ovest verso l’ingresso del parco.

 

imagez
Letná
Letná, Praga 7

La collina di Letná è quella con il curioso metronomo in cima. Lo si vede chiaramente stando di fronte l’hotel Intercontinental e dalla fine di via Pařížská o, semplicemente, dal molo di Dvořákovo nábřeží. La ragione principale per la quale arrampicarsi in cima alla collina è la magnifica vista di Praga e della Moldava con i suoi ponti. Alcune aree del parco, la zona circostante il metronomo inclusa, sono sorprendentemente lasciate incurate mentre altre zone sono molto ben tenute. Il parco occupa una zona estesa ed è frequentato da ragazzi con lo skateboard, pattinatori in rollerblade e ciclisti, per i quali sembra siano stati costruiti i viali del parco e quindi passeggiare da queste parti durante il fine settimana potrebbe risultare un poco snervante.

Come arrivarci
Per arrivare in cima alla collina di Letná (al metronomo), attraversate il ponte Čechův, attraversate poi la strada e salite lungo gli scalini che vi troverete d’innanzi.

 

 

 

 

Parco Stromovka
Fra le mete preferite dai praghesi il Parco di Stromovka occupa senz’altro il primo posto. Una vasta oasi naturale occupata da laghetti e alberi sparsi qua e la è la location ideale per rilassarsi e trascorrere piacevoli momenti all’aria aperta.
Parte integrante della storia di Praga da ben 700 secoli, nel Parco Stromovka o Royal Enclosure i visitatori potranno organizzare divertenti picnic sui verdi prati e passeggiate lungo la fitta rete di sentieri che attraversano il parco.
Oltre a queste divertenti distrazioni della natura, il parco ospita una serie di edifici di notevole interesse come il Planetario della città che propone ai suoi visitatori una serie di programmi educativi sui pianeti e sull’universo; la pittoresca casa estiva del Governatore, si tratta di un edificio costruito durante il Rinascimento e ristrutturato in stile neogotico inglese nel XIX secolo. Sfortunatamente l’edificio è chiuso al pubblico. Un altro punto di interesse è costituito dal Rudolph Stoll, l’antico passaggio sotterraneo che in passato collegava il parco al fiume Vltava e veniva utilizzato dal Re. Il passaggio, aperto solo in particolari occasioni, costituisce un capolavoro della tecnica di ben 400 anni fa.
Il parco si raggiunge facilmente attraversando la Moldava in prossimità del Císarský ostrov.

I giardini terrazzati di Mala Strana

Sono piccoli terrazzamenti adagiati sulle colline dietro il castello di Praga. Un tempo usati per coltivare le vigne sono ora un brillante esempio di giardino barocco. Sono molto piccoli ma incantevoli ed offrono uno splendido panorama sulla città. Adornati di piccole statue e sculture sono il luogo ideale dove passare qualche ora a godersi il sole magari in compagnia di un buon libro. Sono aperti tutti i giorni dalle 9 alle 18.
I giardini reali
Fondati da Ferdinando I nel 1530 i giardini reali (Kralovska Zahrada) sono tutt’oggi splendidamente conservati e ricchi di piante, alberi, fiori e aiuole finemente curate (particolarmente rigogliose le azzalee ed i mandorli). Inoltre passeggiare nei giardini reali offre una incredibile vista sulla Cattedrale di Praga. Il parco, ricco anche di numerose fontane, viene occasionalmente usato per ospitare concerti di musica classica ed esibizioni artistiche ed è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18
Il parco di Vysehrad

E’ una fortezza asburgica che si trova poco fuori la città. Letteralmente il nome del luogo significa Castello Alto e secondo le leggende locali è proprio in questo luogo che le tribù slave si incontrarono per fondare la città. Quello che si vede oggi sono i resti di una fortezza asburgica che è stata trasformata ed inglobata in un parco pubblico molto verde dove i praghesi sono soliti fare ampie passeggiate. Essendo un poco lontano dal centro storico vi consigliamo di raggiungerlo con i tram (linee 3,7 o 17). Il giardino è aperto tutto il giorno. Maggiori info:www.praha-vysehrad.cz

petrin
Il giardino di Stromovka
Questo è la più vasta area verde della città e si trova fra Vystviste ed il castello di Troja. Se avete deciso di andare quindi a visitare lo Zoo della città di Praga è sicuramente da prendere in considerazione l’idea di fare una lunga passeggiata attraverso questo parco verde. Al suo interno si trova anche castello di Troja (Trojsky Zamek) costruito alle fine del 17esimo secolo dall’architetto Jean-Baptiste Mathey per la nobile e potente famiglia Sternberg. Le visite al castello sono a pagamento e l’orario di apertura è dalle 10 alle 18.

Petřín è un ‘intera collina trasformata in parco pubblico.Al tempo di Carlo IV,nella seconda metà del 1300, era coltivata a vigneti. Più tardi, a partire dal 1600, le pendici di questa collina divennero i giardini delle residenze nobiliari di Malá Strana. Dal 1800 è un parco pubblico. Per salire in cima fu costruita nel 1891 una funicolare che è ancora oggi in funzione.Una curiosità… è considerato un servizio pubblico e il costo del biglietto è 12 Corone come autobus e tram. In questo parco si trova la statua del poeta romantico ceco K.H. Mácha.Il primo Maggio gli innamorati vengono a baciarsi sotto la statua perché si dice porti fortuna alla loro relazione e ad un buon matrimonio. Sulla collina si trova una copia in piccolo della torre Eiffel costruita nel 1891.Dalla cima si può vedere un bellissimo panorama di Praga.

Giardino francescano

Sembra davvero strano trovare quest’oasi di verde a pochi passi dalla Piazza Venceslao. Prende il nome dal convento francescano che si trova qui di fronte. Sullo sfondo si vede la Chiesa della Vergine Maria delle nevi del 1348. La chiesa non fu mai terminata, manca completamente tutta la navata. Questo giardino è molto frequentato dai praghesi nella bella stagione anche per la pausa di lavoro quando vengono tutti qui a prendere il sole.
Giardini Vrtbovska

I giardini fanno parte della residenza barocca della famiglia Vrtba costruita alla fine del 1600. I giardini furono costruiti all’inizio del 1700. Questi giardini sono costruiti a terrazze sulle pendici della collina di Petřín in stile italiano. All’interno le decorazioni includono sculture e dipinti di famosi artisti locali. Dalla parte alta dei giardini Vrtba si può godere di un bel paesaggio sul quartiere di Malá Strana. Furono i primi ad essere restaurati ed aperti al pubblico e vengono considerati i più belli di Praga. link in inglese.
Parco Hvězda

In origine qui si trovava una grande foresta che apparteneva ad un monastero nelle vicinanze. Il territorio fu poi acquistato dall’Imperatore Ferdinando I d’Asburgo con lo scopo di creare una riserva di caccia non lontano dal Castello. In seguito, nel 1556, suo figlio, l’Arciduca Ferdinando del Tirolo fece costruire una residenza estiva a forma di stella. Da questa costruzione viene il nome del parco. Hvězda in ceco significa stella. La residenza estiva si trova in fondo ad un lunghissimo viale alberato, molto scenografico. Oltre questa costruzione si estende ancora oggi un grande bosco.
Giardini sotto al Castello

Sotto il Catello di Praga si trova il quartiere di Malá Strana che fu scelto dai nobili arrivati insieme agli Asburgo per costruire le loro residenze, a partire dal 1600.Questo quartiere è perciò caratterizzato da sontuosi palazzi barocchi che nella maggior parte dei casi hanno anche il loro giardino.Alcuni di questi giardini sono oggi aperti al pubblico da Maggio ad Ottobre. Lungo la Via Valdštejnská si trovano i giardini Ledebursky, grande e piccolo Pállfy, Kolovrat e piccolo Fůrstenbersky. Tutti questi giardini sono in stile barocco, creati nel diciottesimo secolo e si trovano sulle pendici del castello. I giardini sono formati da terrazze su vari livelli e sono in stile italiano con molte decorazioni scultore e pittore.
Giardini Reali

I giardini Reali del Castello furono fatti costruire nel 1534 da Ferdinando I d’Asburgo. Sono separati dal Castello dal Fossato dei Cervi attraversato dal Ponte delle polveri. Questi giardini furono costruiti in stile rinascimentale poi adattati in stile barocco e successivamente assunsero l’aspetto di un parco all’inglese. Qui si trova ancora la Corte dei Leoni del tempo di Rodolfo II. Durante il suo regno si trovavano delle belve feroci. Esiste a tal proposito una leggenda… Rodolfo II era un imperatore con grandi problemi psicologici soggetto a grandi depressioni.Il suo astrologo aveva predetto che il suo destino era legato strettamente a quello del leone Mohamed.Quando questo leone morì, tre giorni dopo morì anche l’imperatore. I giardini furono devastati durante la Guerra dei Trentanni ma salvati dall’invasione prussiana del 1741, si dice perché il giardiniere di allora donò tre dozzine d’ananas al generale prussiano che li risparmiò dalla distruzione.