Warning: Undefined array key "status" in /data/web/virtuals/45433/virtual/www/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 293

Warning: Undefined array key "subscription" in /data/web/virtuals/45433/virtual/www/wp-content/plugins/cookie-notice/cookie-notice.php on line 296
Gallerie d’arte a Praga
Seleziona una pagina

Gallerie d’arte a Praga: Esistono numerose gallerie d’arte a Praga, ed il loro numero è in aumento costante. Troverete tutti gli stili e tutte le qualità con i molti artisti cechi, Russi e degli altri paesi della CSI. È anche una buona idea visitare le gallerie, poiché un buon numero fra esse è situato in vecchie case di Praga, interessanti da un punto di vista architetturale.

 

 

Tra le tante citiamo:Galleria dei fratelli Capek
Galleria d’arte della Boemia centrale
Casa della campana in PierreIl chiostro Karolinum: Karolinum è la sede dell’Università di Praga, fondato il 7. aprile 1348 da Carlo IV. e l’Università di Carlo porta il nome del ceco re. La base di Karolinum è la casa gotica di Rotlev del 3. quarto del 14. secolo, che fu regalata al re Venceslao IV., cui in conseguenza regalo la stessa al collegio. Lo stabilimento ha grande valore storico grazie al fatto, che a suo tempo ci opero come rettore il Maestro Jan Hus. Dopo la sconfitta nella battaglia al Monte bianco Karolinum fu consegnato ai gesuiti. Il 1718 fu ricostruito in stile barocco dal costruttore F. M. Kaňka, che lascio sulla facciata della via Železná la finestra barocco del 1687 con la scritta LEX CIVIUM DUX. Gli esterni di Karolinum sono in stile barocco con alcuni elementi conservati e parzialmente scoperti del gotico. Della casa originale si è conservato il portico e arcata del gotico, realizzata intorno al 1370, che faceva parte della cappella della casa cui valore storico può essere paragonato all’arcata del Palazzo Municipale della Vecchia Città.
Il cuore dello stabilimento è una grande aula del 17. secolo, che unisce il 1. e 2. piano, che era modernizzata nella fase del rinnovo del Karolinum. Ci si svolgono le lauree accademiche ed altri eventi cerimoniali.
Palazzo Kinský Costruito tra il 1713 e il 1716 da Johann Lukas von Hildebrandt, il Palazzo Kinsky, situato sulla Freyung, presenta una magnifica facciata arricchita da statue, pilastri monumentali e frontoni con una profusione di motivi decorativi. Il portale monumentale è fiancheggiato da due atlanti e sovrastato da un frontone concavo e spezzato. Il Principe che diede il nome al palazzo, celeberrimo colonnello degli ulani, è famoso per aver versato, nel 1809, una rendita di 4000 fiorini a Beethoven.
Galleria Mánes: La Galleria Mánes è una fondazione che organizza esposizioni d’arte moderna e contemporanea. Potrete scoprire opere di Matisse o Le Corbusier nel piano sotterraneo, e delle esposizioni d’arte contemporanea locale o internazionale in quello superiore. E’ qui che si svolge la fiera della fotografia intitolata Prague Photo e dove giovani artisti espongono i loro interessanti lavori multimediali.

Galleria nazionale: A fianco una breve via porta al Palazzo Sternberg, progettato da G.B. Alliprandi tra 1698 e il 1707. Dal 1949 qui ha sede una sezione della Galleria Nazionale (Nàrodni Galerie; apertura dal martedì alla domenica, ore 10- 18), che conta oltre 13 mila quadri di arte antica italiana, tedesca, fiamminga e olandese, e una raccolta d’arte francese del XIX e XX secolo.

Tra le opere più preziose, vi sono i quadri degli olandesi Rubens (“Martirio di S. Tommaso”, “Ritratto di Ambrogio Spinola”), Rembrandt (Il rabbino” del 1634), e J. Van Goyen (“Paesaggio di dune” ‘ “Navi sul mare calmo”); tra gli italiani: G.B. Tiepolo (“Busto di un vecchio”), Canaletto (“Veduta di Londra”). Uno dei più bei ritratti della collezione è quello del pittore spagnolo Goya (“Ritratto di Don Miguel Lardizàbel”).

Per la pittura tedesca vi sono opere di Cranach il Vecchio e Albrecht Durer (“Madonna del Rosario”). La raccolta d’arte francese comprende opere dei pittori romantici Eugène Delacroix e Honoré Daumier, degli impressionisti Claude Monet (“Donna tra i fiori”), Pissarro (“Pontrose”), fino al neo-impressionista G. Pierre Seurat. Inoltre quadri di Cezanne, Gaugin (“Bonjour Mr. Gaugin”, “Fuga”), Van Gogh (“Segale verde”) e Toulose- Lautrec (“Moulin Rouge”).

La sezione finale dedicata agli artisti di questo secolo espone lavori di Mare Chagall (“Il circo”), due nature morte di Braque e ben 13 opere di Pabio Picasso. La collezione è completata da preziose sculture, tra le quali spiccano le opere di Auguste Rodin.
Muncicipio della città vecchia e la galleria d’arte di Praga
Galleria del castello di Praga

Convento S.Giorgio: La Basilica di San Giorgio si trova nel quartiere Castello di Praga, a fianco della Cattedrale, in posizione panoramica sulla città ed è uno dei più importanti monumenti in stile romanico di Praga. Il suo interno, molto sobrio, ospita una ricca collezione di opere d’arte. Pregevole e molto caratteristica la cripta.

L’ingresso è a pagamento e rientra nel biglietto cumulativo dei percorsi lungo e breve che si possono acquistare all’ingresso del Castello.
Facile accessibilità grazie all’assenza di barriere architettoniche.

Galleria del Rudolfinum:The Manes Gallery Così chiamato in onore del principe Rodolfo di Asburgo, Rudolfinum è la sede dell’Orchestra Filarmonica Ceca ed è uno degli edifici più significativi sulla riva della Moldava.In passato il Rudolfinum è stato a periodi la sede del Parlamento Cecoslovacco, oggi, invece, vi si svolgono i maggiori concerti del festival musicale Primavera di Praga.

Monastero di Strahov Venne fondato nel 1149 grazie all’intuizione di Jindřich Zdík. Vescovo di Olomouc, che volle costruire questa abbazia premostratense a Praga, dopo un suo pellegrinaggio in Terrasanta.

Convinse della necessità il sovrano Vladislao II che si fecce carico del suo finanziamento. Inizialmente in legno, il monastero subì varie vicissitudini e disavventure, tra cui un incendio e un saccheggio durante il periodo ussita (1420), eventi che causarono la perdita di gran parte di libri e degli arredi. Bisogna aspettare il Rinascimento ed il successivo periodo barocco per vedere la rinscita culturale e architettonica del sito.
Galerie Václav Spála
Veletrzní palác La collezione di arte moderna è la più importante della città. Fiore all’occhiello è l’arte del XIX° e XX° sec. con 130 dipinti e 50 sculture, tra cui opere di Paul Cézanne, Marc Chagall, Paul Gauguin, Vincent van Gogh e Pablo Picasso – davvero notevole! Su una superficie espositiva di oltre 80.000 m2 nell’ex palazzo della fiera sono in mostra anche capolavori dell’arte ceca.
Castello Zbraslav Negli imponenti edifici del castello di Zbraslav, progettati all’inizio del XVIII secolo da J. B. Santini-Aichel e F. M. Kanka per il monastero cistercense di Zbraslav, è ospitata la collezione nazionale di arti asiatiche che è una delle più belle d’Europa. Questa collezione ha finalmente trovato una degna accoglienza. La mostra si sofferma sui legami tra l’arte europea e l’arte asiatica.

Galleria Nazionale Palazzo Sternberg Web: www.ngprague.cz. A fianco una breve via porta al Palazzo Sternberg, progettato da G.B. Alliprandi tra 1698 e il 1707. Dal 1949 qui ha sede una sezione della Galleria Nazionale (Nàrodni Galerie; apertura dal martedì alla domenica, ore 10- 18), che conta oltre 13 mila quadri di arte antica italiana, tedesca, fiamminga e olandese, e una raccolta d’arte francese del XIX e XX secolo.

Tra le opere più preziose, vi sono i quadri degli olandesi Rubens (“Martirio di S. Tommaso”, “Ritratto di Ambrogio Spinola”), Rembrandt (Il rabbino” del 1634), e J. Van Goyen (“Paesaggio di dune” ‘ “Navi sul mare calmo”); tra gli italiani: G.B. Tiepolo (“Busto di un vecchio”), Canaletto (“Veduta di Londra”). Uno dei più bei ritratti della collezione è quello del pittore spagnolo Goya (“Ritratto di Don Miguel Lardizàbel”).

Per la pittura tedesca vi sono opere di Cranach il Vecchio e Albrecht Durer (“Madonna del Rosario”). La raccolta d’arte francese comprende opere dei pittori romantici Eugène Delacroix e Honoré Daumier, degli impressionisti Claude Monet (“Donna tra i fiori”), Pissarro (“Pontrose”), fino al neo-impressionista G. Pierre Seurat. Inoltre quadri di Cezanne, Gaugin (“Bonjour Mr. Gaugin”, “Fuga”), Van Gogh (“Segale verde”) e Toulose- Lautrec (“Moulin Rouge”). La sezione finale dedicata agli artisti di questo secolo espone lavori di Mare Chagall (“Il circo”), due nature morte di Braque e ben 13 opere di Pabio Picasso. La collezione è completata da preziose sculture, tra le quali spiccano le opere di Auguste Rodin.

Home